One Reply to “In questo periodo buio un carissimo amico grafico e fotografo mi ha mandato uno scatto di molti anni fa. Non servono parole. Il titolo è mio.”

  1. In attesa di libertà possiamo pensare, possiamo guardare oltre il nostro ristretto orizzonte, possiamo cominciare a costruire la vita che dovrà essere diversa da prima, necessariamente. Possiamo dimostrare che siamo ancora capaci di imparare dall’esperienza, per quanto difficile da affrontare.
    Non sempre la costrizione è un limite, dipende da noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.